La scienza e i giovani, qualche idea ma ancora poca informazione

88

Ritengono l’embrione un essere vivente, lamentano che il progresso materiale non sia accompagnato da quello morale, credono nell’autoregolamentazione della ricerca

L’embrione umano? Per il 38% dei ragazzi è un essere vivente degno di rispetto, il 27% lo ritiene «uno di noi» ai primi stadi, il 17% pensa sia una sostanza vivente, il 14% invece un grumo di cellule in espansione. La clonazione terapeutica? Per il 61% è una operazione che dà vita ad un embrione per ottenere cellule staminali, per il 13% vuol dire creare e distruggere un embrione clonato a fini di studio, mentre il 16% non sa rispondere.
Sono domande di grande attualità, che sollevano problemi morali ed etici, alle quali sono stati chiamati a rispondere, attraverso un’indagine