Biodiversità – Più tutelate le specie appenniniche

34

Le associazioni: «Assicurare la tutela della biodiversità delle montagne del Mediterraneo»

Salvaguardare le specie animali e vegetali minacciate tutelando lo straordinario patrimonio naturalistico costituito dagli Appennini. È stata sottoscritta oggi a L’Aquila dai presidenti del Wwf Fulco Pratesi e della Lipu Giuliano Tallone la magna carta dell’Italia per le montagne del Mediterraneo, ovvero la «Convenzione degli Appennini». L’intento del protocollo, che coinvolge 15 regioni, è quello di assicurare un importante grado di tutela della biodiversità per tutta l’area appenninica e della Sicilia, identificando le aree più importanti e le specie di vertebrati più a rischio, fra i quali compaiono l’orso bruno marsicano, la lepre appenninica, il capriolo italico e numerose altre