Cernobyl – Secondo Greenpeace sottostima sui decessi

84

Un nuovo rapporto, con il contributo di 52 scienziati da tutto il mondo, rivela che le valutazioni ufficiali dell’impatto sulla salute della catastrofe di Cernobyl sono state largamente sottostimate

Sebbene permangano grandi incertezze sulle conseguenze globali di Cernobyl, l’Accademia delle Scienze russa stima che i tumori attribuibili a Cernobyl in Bielorussia siano circa 270 mila, di cui 93 mila fatali. Il rapporto inoltre conclude che, sulla base dei dati demografici, negli ultimi 15 anni circa 60 mila casi di morte in più si sono registrati in Russia e che le stime della mortalità totale in Bielorussia e Ucraina possono raggiungere altri 140 mila casi. Nel complesso quindi si tratta di un aumento di tumori mortali fino a 200 mila casi, registrati tra il 1990 e il 2004. Queste valutazioni