«Innova» per gestire nove aree mediterranee ad alto valore ambientale

391

Individuate in altrettanti Paesi mediterranei: Italia, Grecia, Turchia, Israele, Palestina, Egitto, Libia, Malta e Cipro. Sarà attuato da Iam di Bari, Università e Politecnico di Bari, Università di Lecce e istituzioni governative e scientifiche dei Paesi interessati

Ha preso il via all’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam l’attuazione di un progetto per la gestione integrata e sostenibile di nove aree ad alto valore ambientale individuate in altrettanti Paesi mediterranei: Italia, Grecia, Turchia, Israele, Palestina, Egitto, Libia, Malta e Cipro.
Denominato «Innova» il progetto è stato promosso dalla Regione Puglia nell’ambito del programma Interreg 3 B «Archipelago Mediterraneo». Ad attuarlo saranno, con l’Iam di Bari, l’Università e il Politecnico di Bari, l’Università di Lecce e istituzioni governative e scientifiche dei Paesi interessati. Il progetto è stato fortemente voluto dalla Regione Puglia, in particolare dall’Assessorato al Mediterraneo