Un nuovo satellite per dirci il tempo che fa

105

Il nuovo Meteosat sarà una via di mezzo tra il satellite meteo e quello ambientale; sarà il primo ad essere inviato su un’orbita polare anziché equatoriale e non sarà solo un semplice strumento per le previsioni, ma un satellite carico di strumenti che effettuerà studi dettagliati dell’atmosfera

Fra alcuni giorni, l’Europa potrà disporre di una nuova e sofisticata «sentinella meteo» dallo spazio. Si tratta dell’ultimo arrivato della generazione dei «Meteosat», celebri anche perché spesso citati in Tv dai commentatori delle previsioni del tempo. Le immagini del continente europeo infatti giungono da questa fortunata serie di satelliti europei ormai da quasi trent’anni.
Ma questo nuovo Meteosat, battezzato «MetOp», sarà una via di mezzo tra il satellite meteo e quello ambientale; sarà il primo ad essere inviato su un’orbita polare anziché equatoriale e non sarà solo un semplice strumento per le previsioni, ma un satellite carico di strumenti