L’Islanda blocca la moratoria sulla pesca negli abissi

126

«Gli interessi commerciali dell’Islanda, che ha pure ripreso la caccia alle balene, sono passati davanti a quelli della conservazione dell’ambiente e del futuro della pesca stessa»

Una moratoria mondiale sulla pesca a strascico sui fondali abissali per bloccare gli effetti disastrosi che questo tipo di pesca produce. Si era a un soffio da questo risultato all’Onu: a New York, infatti, i governi di tutto il mondo stavano trovando un accordo, ma l’Islanda, insieme ad altri piccoli Paesi con importanti flotte di pesca, è riuscita a bloccarlo.
A favore della moratoria si sono espressi oltre all’Unione Europea: Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Brasile, India, Sud Africa, Cile, Germania e Stati del Pacifico.

«Gli interessi commerciali dell’Islanda, che ha pure ripreso la caccia alle balene, sono