Imprese e impatto sociale – La CdC di Chieti sceglie Un-Guru

158

L’Ifc-Cnr estende le ricerche di medicina subacquea alla fisiologia clinica spaziale, per supportare il progetto di iniziativa italiana «Moon Base», che si propone di realizzare sulla Luna una base stabile per le esplorazioni. Se ne parlerà venerdì 2 marzo all’Area della Ricerca di Pisa durante il simposio «Ai confini della fisiologia»

Dagli abissi marini alla Luna. L’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Ifc-Cnr) prosegue le ricerche biomediche proficuamente avviate sull’immersione in apnea profonda e con l’autorespiratore, estendendole ad un altro settore di frontiera: la fisiologia clinica spaziale.
L’occasione è offerta dal progetto «Moon Base: a challenge for humanity», nato su iniziativa dell’associazione Solidarietà e Sviluppo, che coinvolge l’industria aerospaziale italiana e che si propone, nel prossimo futuro, di realizzare una base stabilmente abitata sulla Luna come punto di partenza delle attività di esplorazione spaziale.
I ricercatori dell’Ifc e i colleghi della Scuola Superiore Sant’Anna