Agire Por: Avviate le attività del gemellaggio fra le Arpa della Toscana, Sardegna e Calabria

32

Il Gemellaggio, attivato in seguito alla nuova Convenzione
Quadro siglata il 3 aprile 2007 fra l’Agenzia per la
Protezione dell’Ambiente e per i servizi Tecnici (Apat) e il
Ministero dello Sviluppo Economico (individuato nel
Servizio per le politiche dei Fondi strutturali comunitari del
Dps), ha come obiettivo il trasferimento all’Arpa Sardegna
di sistemi logistici e modelli operativi finalizzati al
monitoraggio dell’ambiente marino costiero.
In particolare, le attività del Gemellaggio si concentreranno
sulle metodologie di monitoraggio e valutazione dello stato
di salute dell’ambiente marino costiero, e, a tal fine, particolarmente utili saranno le conoscenze dell’Arpa Toscana
e dell’Arpa Calabria in materia di campionamento, analisi
e interpretazione dei dati sulle comunità planctoniche, su
Posidonia oceanica, sul benthos, sul coralligeno, nonché,
sui parametri chimici rilevati nelle diverse matrici. Inoltre, gli esperti delle Arpa offerenti, trasferiranno le conoscenze acquisite in materia di movimentazione di materiali in ambito portuale. Competenze, queste, imprescindibili e strategiche nell’ambito della tutela delle coste e dello sviluppo della portualità italiana.
Il trasferimento di queste competenza, per quanto riguarda
la nostra Agenzia, avverrà in maniera diretta; pertanto pur
individuando momenti importanti di riflessione comune,
tutto il processo seguirà un percorso molto pratico che si
svilupperà durante le normali attività di monitoraggio che
Arpat conduce con il suo battello oceanografico
«Poseidon» lungo la fascia marino – costiera della Toscana.