In Basilicata monitoraggio per 355 pozzi

40

Approvata una rete contro il rischio inquinamento delle acque sotterranee. L’assessore Santochirico: «Una preziosa risorsa naturale da proteggere»

Alle problematiche di pianificazione del territorio, della tutela dell’ambiente e di protezione delle risorse, si ricollega la necessità di tenere sotto costante osservazione l’inquinamento riconducibile alle attività agricole e zootecniche.
A questo scopo, la Giunta regionale della Basilicata, su proposta dell’assessore all’Ambiente, Territorio e Politiche della sostenibilità, Vincenzo Santochirico, ha approvato il progetto della rete di controllo delle acque sotterranee da fonti agricole.
Trecentocinquantacinque pozzi, dislocati nell’intero territorio regionale, terranno sotto osservazione il rischio legato ad apporti spesso rilevanti di sostanze potenzialmente inquinanti, conseguenti al massiccio impiego di fertilizzanti e di fitosanitari. Sottoposti a controllo, inoltre, gli apporti di