La Sierra Leone immolata sui… diamanti

109

I proventi che il fronte di rivolta popolare civile (Ruf) ha ottenuto dalla vendita tutta occidentale dei diamanti sono serviti all’approvvigionamento di armi, combattenti mercenari, droghe e rifugi militari

Il mondo globale è una rete impercettibile che sta tentando l’avvicinamento di tutti i popoli del pianeta: impresa coraggiosamente ardua, ma anche rischiosa, perché quando la maggioranza dei cittadini del mondo si unisce sotto un’unica bandiera di valori e di livelli qualitativi di vita, diviene assai difficile la sopravvivenza degli stati che ne rimangono fuori.
Difatti, ad esempio, figlia di questo aborto della collettività omologata mondiale è la Sierra Leone, una terra che sembra dimenticata proprio da tutti, anche da Dio.
Per quasi dieci anni negli anni Novanta in Sierra Leone, nell’Africa Occidentale, ha imperversato una guerra civile