Il mercato della CO[P]2[/P] può raggiungere i 70 miliardi di dollari

139

Nel 2005 secondo dati della Banca Mondiale il mercato carbon era stato di 6 miliardi di dollari e nel 2006 intorno ai 30

In occasione della Conferenza sul Clima tenutasi a Bali lo Ieta (International Emissions Trading Association) ha annunciato che il mercato delle quote di emissione raggiungerà nel 2007 la quota di 70 miliardi di dollari. Nel 2005 secondo dati della Banca Mondiale il mercato carbon era stato di 6 miliardi di dollari e nel 2006 intorno ai 30. La fetta principale del mercato è rappresentata dall’Emission Trading Scheme Europeo, ma la produzione di crediti generati da progetti Clean Development Mechanism è in fortissima evoluzione e, con l’inizio della seconda fase del Protocollo di Kyoto, porteranno questo mercato ad una crescita notevole.
Guido Busato, presidente di Eco-Way, la società italiana leader nella consulenza sui cambiamenti climatici, ha sottolineato come «l’apertura di un nuovo mercato in Nuovo Zelanda e in particolare i dati dello Ieta circa le stime di crescita del mercato carbon su scala mondiale (70 miliardi di dollari per il 2007 rispetto ai 30 del 2006) sono una ulteriore conferma delle indagini che indicano il mercato della CO2 nel 2015 uno dei primi tre mercati al mondo. In termini operativi sarà importante vedere come la Nuova Zelanda uniformerà il proprio mercato a quello europeo così come avvenuto con il Canada».

(Fonte Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali, V. Panfilo Castaldi 11 – 20124 Milano, Tel. 02 624999.1 Fax 02 6592475)
(21 Dicembre 2007)