Allarmi tumori a Cosoleto. Tecnici Arpacal incontrano il Sindaco Surace

355

Un’indagine approfondita, non escludendo alcuna matrice ambientale eventualmente interessata, per capire se l’alto numero di tumori verificatisi nel territorio comunale di Cosoleto (Rc), di cui i media regionali hanno riferito nelle settimane passate, siano riconducibili a fattori inquinanti.
E’ di questa problematica che si è discusso, nel corso di una riunione terminata ieri in serata nel Municipio di Cosoleto, tra il Sindaco del Comune aspromontano, Angelo Surace, ed una rappresentanza di tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria (Arpacal), guidata dal Commissario Dott. Domenico Lemma.
Presenti all’incontro anche il direttore del Dipartimento di Reggio Calabria, Dott. Angelo Elio Fatta, il direttore del Dipartimento di Vibo Valentia, Dott. Mariano Romeo, il dirigente del servizio tematico suolo e rifiuti del Dipartimento reggino, Dr.ssa Angela Bruna Cardile, il dirigente del servizio Fisico del Dipartimento reggino, Ing. Domenico Colicchia, ed il perito Emilio Centorrino. Nel corso della riunione, il sindaco di Cosoleto ha esposto le preoccupazioni della popolazione del paese che si trova a ridosso della piana di Gioia Tauro, focalizzando sull’alta percentuale di tumori verificatisi in quel comprensorio che sarebbero oltre i valori medi nazionali. Il timore del Sindaco Surace, infatti, è di non poter individuare, senza l’ausilio di un’apposita ricerca scientifica ed epidemiologica, se vi sia una reale fonte di inquinamento che nel tempo ha provocato effetti deleteri sulla salute dei cittadini. Si ricorderà che, cogliendo il grido d’allarme proveniente da quel territorio, l’assessore alle Politiche dell’Ambiente della Regione, Diego Tommasi, d’intesa con il Presidente della Regione Agazio Loiero, ha subito allertato l’Arpacal – ente strumentale della Regione con il compito di fornire supporto tecnico-scientifico nelle diverse materie connesse alla protezione dell’ambiente e prevenzione della salute collettiva – chiedendo l’attivazione di ogni iniziativa utile e necessaria per condurre, sul territorio comunale di Cosoleto, un’analisi approfondita sulla sussistenza di eventuali elementi inquinanti. Nel corso della riunione, il commissario Lemma ha illustrato al Sindaco Surace i compiti e le azioni che l’Arpacal potrà svolgere per dare risposte concrete alla popolazione. Nello specifico, è stato demandato ai tecnici presenti all’incontro la pianificazione di una serie di attività di censimento e monitoraggio delle diverse matrici ambientali eventualmente interessate (aria, acqua, suolo e rifiuti, agenti fisici), anche sulla scorta dei dati epidemiologici posseduti dalla competente azienda sanitaria con la quale, ha precisato Lemma, ci sarà una fitta sinergia e collaborazione.
Nelle prossime settimane, quindi, una volta predisposte le singole programmazioni che l’Arpacal intenderà realizzare per le diverse matrici ambientali interessate, sarà pianificata una concreta attività di monitoraggio sul territorio.