«Differenziamoci» e a Napoli scende in campo Greenpeace

208

Iniziata un’esperienza pilota con due condomini per dimostrare che il problema non sono i cittadini napoletani ma la mancanza di una volontà politica

Greenpeace e i suoi attivisti per aiutare Napoli e proporre una soluzione concreta all’emergenza rifiuti: parte con un gruppo di cinquanta famiglie napoletane, il progetto «Differenziamoci». L’associazione fornisce ai cittadini tutto quello che occorre per un’efficace raccolta differenziata domiciliare: organizzazione, sacchetti, bidoni, punti di raccolta. Tutto è stato organizzato in meno di una settimana per dimostrare che questa soluzione, oltre a essere concreta e sana, è conveniente, economica e veloce.
Le 50 famiglie interpellate abitano in due condomini di Via Nicolardi, ai numeri 93 e 174, hanno aderito subito dimostrando la massima disponibilità. Greenpeace vuol dimostrare all’opinione pubblica internazionale