Parchi campani – La Regione sceglie la proroga

61

La Federparchi chiede di ritirare l’articolo 17 della Legge finanziaria poiché le aree protette hanno bisogno di essere gestite e non ancora commissariate. Dopo quindici anni dall’approvazione della Legge sui parchi (33/1993) la Regione non ha ancora nominato i direttori, né ha varato i provvedimenti necessari ad assicurare agli Enti le indispensabili dotazioni organiche o le strutture adeguate

La Federazione italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali intende esprimere ferma contrarietà per l’approvazione, da parte del Consiglio Regionale della Campania, dell’articolo 17 della Legge Finanziaria 2008 e forti preoccupazioni per le conseguenze che la norma determinerà sul funzionamento degli Enti Parco. L’articolo in questione interviene infatti in modo drastico, fuori da ogni logica, su una materia che richiede invece da tempo l’adozione, da parte del Consiglio Regionale, di strumenti generali di indirizzo e, da parte della Giunta, di strumenti amministrativi invece sempre ignorati.
Del resto l’atto legislativo compiuto non trova d’accordo la Consulta Regionale delle Aree Protette (per