Salvato uno svasso prigioniero del ghiaccio sulle pendici dell’Etna

64

L’operazione condotta dal Commissario Superiore della Forestale Rocco Raiti comandante del Soccorso montano e P.C. «Etna»

Non è comune il ritrovamento o l’avvistamento di uno Svasso Maggiore sull’Etna, soprattutto quando questo viene effettuato a quota 2.800 m slm. A recuperare questo elegante uccello è stato il Commissario Superiore della Forestale Rocco Raiti comandante del Soccorso montano e P.C. «Etna».
In mattinata durante la sua attività di vigilanza in quota sul vulcano, in località Pizzi Dineri, ha notato un uccello con le zampe incastonate nel ghiaccio, in evidente difficoltà e infreddolito, prontamente accudito presso il Distaccamento forestale di Linguaglossa, si è quindi attivata una staffetta con