L’energia geotermica non è tutto ma può aiutare

80

L’Italia è stata la prima ad utilizzarla ma poi è stata superata. Il limite del suo utilizzo può essere superato con la trasformazione in energia elettrica

L’ingegnere Antonio Trivella, docente universitario e consulente energetico, è uno dei massimi esperti in Italia di geotermia. In Enel è stato Direttore dell’Unità nazionale geotermica e dell’Area realizzativa della Geotermia. Ha maturato un’esperienza ultra trentennale nel campo degli impianti di produzione dell’energia elettrica, ed è uno dei docenti della prima edizione del Master Enea sulle Fonti di Energia rinnovabile.

L’energia geotermica (letteralmente calore della terra) è quella parte del calore che può essere recuperata dal sottosuolo ed utilizzata dall’uomo.
Ad oggi, l’energia geotermica è utilizzata in modo diretto per scopi prettamente termici (riscaldamento/raffreddamento) o per produrre energia elettrica.
L’uso