Rifiuti – Sopralluogo nelle discariche lametine

50

Visita dei tecnici Arpacal con i colleghi di Arpa Emilia Romagna e Arpa Lombardia

Proseguono i sopralluoghi in alcune discariche calabresi che i tecnici dell’Arpacal (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria) stanno svolgendo nell’ambito del progetto di gemellaggio con l’Arpa Emilia Romagna e l’Arpa Lombardia.
Si è conclusa ieri, infatti, una due giorni di lavoro negli impianti presenti nell’area di Lamezia Terme, ossia la discarica consortile per rifiuti non pericolosi gestita dalla Multiservizi in località Stretto e quella gestita dalla ditta Daneco sito in località Area ex Sir.
Presenti, oltre ai rappresentanti delle Arpa emiliana e lombarda fornitrici di know-how, il dirigente referente tecnico del progetto, ing. Giacinto Ciappetta, nonché i dirigenti dei Servizi tematici «Suolo e rifiuti» dei Dipartimenti provinciali Arpacal di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, rispettivamente dott. Clemente Migliorino, dott. Franco Falco e dott.ssa Angela Bruna Cardile.
Avviato nel mese scorso, il gemellaggio prevede il trasferimento di conoscenze sulle procedure da seguire nelle fasi di istruttoria per il rilascio di pareri tecnici su progetti di realizzazione ex novo, esercizio ed adeguamento alla normativa vigente di impianti di discarica, con particolare attenzione ai criteri di progettazione di recupero del biogas. I tecnici Arpacal, infatti, hanno partecipato nelle settimane passate ad un sopralluogo tecnico in alcune discariche della Lombardia.
Il progetto proseguirà nelle prossime settimane approfondendo sulla corretta captazione e i monitoraggi di eventuali perdite del biogas, l’acquisizione di metodologie sulle tecniche di trattamento e riutilizzo del biogas prodotto in discarica e la progettazione e la definizione dei protocolli necessari per il monitoraggio dello stesso biogas.
Il gemellaggio è stato attivato in seguito alla Convenzione Quadro siglata il 3 aprile 2007 fra l’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (Apat) e il ministero dello Sviluppo Economico, individuato nella Direzione generale per le politiche dei Fondi strutturali comunitari del Dps, rappresentato dal dott. Giancarlo Terenzi.
Arpacal ha partecipato e sta aderendo ad altri progetti di scambio di conoscenze tecniche, consolidando una sua esperienza sia come agenzia beneficiaria e sia come fornitrice di know-how.

(Fonte Arpacal)