Premiate le pubbliche amministrazioni toscane per gli «acquisti verdi»

297

Nell’ambito della seconda edizione di CompraVerde-BuyGreen, il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi (Cremona, 9-10 ottobre 2008) si è svolta anche la seconda edizione del «Premio annuale CompraVerde» destinato
alle pubbliche amministrazioni che si sono distinte per aver attivamente contribuito alla diffusione degli «acquisti verdi», o Green Public Procurement ? Gpp.

«CompraVerde-BuyGreen», così come il premio omonimo, è promosso da Provincia di Cremona, Coordinamento Nazionale delle Agende 21 Locali Italiane, Regione
Lombardia insieme a Ecosistemi-SDI Group e Adescoop-Agenzia dell’Economia Sociale s.c., con la collaborazione e il patrocinio di numerose e importanti realtà, tra cui l’Ufficio del Parlamento europeo per l’Italia, il Comune di Cremona,
Anci Lombardia, Uncem e con il patrocinio di Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Consip. Il Premio si propone di incentivare, diffondere e valorizzare le migliori esperienze di Gpp assegnando
annualmente un riconoscimento agli Enti pubblici che si
sono contraddistinti per aver pubblicato bandi verdi o per aver
attuato attività concrete di promozione ed implementazione del Gpp, quale azione sistematica di introduzione dei criteri ecologici nelle forniture pubbliche.

Due sono state le Sezioni:
– Sezione Regione Lombardia (per i partecipanti che hanno sede nella Regione Lombardia);
– Sezione Italia (per i partecipanti che hanno sede nel territorio nazionale).
Due sono state le categorie di premiazione:
– per il Miglior Bando Verde;
– per la Migliore Politica di Gpp realizzata.
E’ stato riconosciuto l’impegno delle Amministrazioni toscane, infatti 6 delle 11 «menzioni speciali» sono state assegnate ad Enti toscani.
In particolare:
– Comune di Empoli, Comune di Prato e Comune di Rosignano
Marittimo (Menzioni Speciali per Miglio Bando Verde);
– Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di
Firenze ? Ardsu, Comune di Empoli e Comune di Firenze
(Menzioni Speciali per Miglior Politica Gpp);
Il buon risultato delle Amministrazioni toscane può essere considerato anche come uno degli esiti delle attività di promozione degli acquisti verdi della Regione Toscana
con il supporto di Arpat, come i percorsi formativi realizzati
nell’ambito del Piano Regionale di Azione Ambientale 2004-2006, o le attività della Rete delle Agenda 21 Locali della Toscana – con il Gruppo di lavoro Gpp.
Per quanto riguarda ulteriori azioni a supporto della diffusione del Gpp in Toscana, si veda l’ARPATnews n. 172 del 30 ottobre 2008 relativa all’indagine promossa dalla Regione Toscana, affidata ad Arpat, sulla rilevazione tramite
questionario dei fabbisogni formativi/informativi delle Pa toscane in tema degli «acquisti verdi».
Nell’ambito del Forum, Arpat ha collaborato con Arpa Lombardia alla realizzazione del seminario «La sostenibilità di produzione e consumi. Dall’Europa alle Regioni».
L’iniziativa, al quale hanno partecipato rappresentanti delle due Agenzie, della Commissione Europea, del Ministero dell’Ambiente, di Ispra e della Rete Cartesio, ha affrontato il tema della produzione e consumo sostenibile (Sustainable Consumption and Production ? SCP), considerato una delle sette sfide chiave dalla rinnovata Strategia per lo Sviluppo Sostenibile dell’Unione Europea. L’intervento di Arpat ha riguardato il «consumo sostenibile» ed in particolare,
le attività dell’omonimo Gruppo di lavoro coordinato dall’Agenzia nell’ambito del Comitato di Gestione del Piano d’Azione Nazionale Gpp e delle politiche integrate di prodotto/consumo e produzione
sostenibili.
L’Agenzia è inoltre intervenuta nei seguenti workshop realizzati nelle due giornate:
– «Guida alla scelta dei criteri ambientali negli appalti pubblici», organizzato da Iclei – Local Governments for Sustainability;
– «La filiera del BuyGreen: gli attori, i ruoli, le aspettative»,
organizzato da Regione Emilia Romagna e Arpa Emilia Romagna;
– «Il ruolo del GdL Acquisti Verdi per la diffusione e il monitoraggio del Piano d’Azione Nazionale per il Gpp», organizzato dal Gruppo di lavoro «Acquisti Verdi» del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane.