Nuova classificazione delle zone agricole con svantaggi naturali

68

Gli aiuti finanziari dell’Ue che sostengono il mantenimento dell’agricoltura in queste aree dovrebbero essere mirati

Mantenere un’attività agricola sostenibile nelle zone rese particolarmente difficili da coltivare dalle sfavorevoli condizioni del suolo e del clima è fondamentale per la conservazione del territorio, degli ecosistemi e della biodiversità, per la prevenzione degli incendi boschivi e per un’ottimale gestione del suolo e delle risorse idriche. Gli aiuti finanziari dell’Ue che sostengono il mantenimento dell’agricoltura in queste aree dovrebbero essere mirati.
Pertanto, la Commissione europea ha pubblicato una Comunicazione che propone una nuova classificazione delle zone agricole caratterizzate da condizioni naturali sfavorevoli, attraverso l’utilizzo di otto parametri pedoclimatici (ossia relativi al suolo e al clima), che permetteranno di realizzare