Denunciati l’amministratore delegato e il responsabile della manutenzione del depuratore dell’impianto di compostaggio di Monterotondo Marittimo

278

In pratica nelle acque che poi ritornano alla popolazione sono stati trovate sostanze nocive e inquinanti. Per l’associazione Legambiente, «questa vicenda assume un significato particolare per il modo in cui si è concretizzata che dovrebbe insegnare come un’opera calata dall’alto, senza il coinvolgimento della comunità locale, è destinata a creare problemi»

I carabinieri del Noe di Grosseto e della compagnia di Massa Marittima hanno denunciato l’amministratore delegato e il responsabile della manutenzione del depuratore dell’impianto di compostaggio di Monterotondo Marittimo perché, in concorso tra loro, avrebbero smaltito illecitamente acque ottenute dal trattamento di rifiuti d’origine animale e vegetale con parametri superiori ai limiti previsti, sversandoli in un fosso non impermeabilizzato con conseguente inquinamento delle acque pubbliche. In pratica nelle acque che poi ritornano alla popolazione sono stati trovate sostanze nocive e inquinanti. L’indagine è scattata un mese fa circa grazie alla segnalazione di alcuni cittadini.

Per l’associazione Legambiente, «questa vicenda