Un progetto per sensibilizzare le imprese sul tema ambientale

354

E creare un canale preferenziale per raccogliere in tempo reale i reclami e le segnalazioni di emergenze ambientali. E realizzare una campagna di comunicazione rivolta agli imprenditori per una corretta gestione e smaltimento dei diversi rifiuti prodotti

L’attivazione di un canale preferenziale con le associazioni che operano sul territorio per raccogliere in tempo reale i reclami e le segnalazioni di emergenze ambientali. È questa una delle esigenze che Francesco Costabile, comandante regionale calabrese della Polizia Ecozoofila dell’Anpana (Associazione nazionale protezione animali natura ambiente), ha manifestato  alla delegazione dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria) nel corso di una riunione che si è tenuta ieri nella sede del Comando regionale del Corpo di polizia Ecozoofila a Lamezia Terme.

La riunione rientra nel ciclo di incontri che l’Arpacal ha programmato, per l’annualità 2009/2010, con le associazioni ambientaliste nell’ambito del Forum permanente istituito nell’ottobre del 2008.  Le riunioni, nelle quali Arpacal e le associazioni ambientaliste discutono di azioni operative da realizzare insieme sul territorio, sono itineranti nelle sedi delle associazioni che hanno già aderito e che stanno aderendo al programma; tutto ciò per consolidare il dialogo partecipato con le forze più vive e attive presenti in Calabria.

Costabile ha illustrato le attività svolte sul territorio per contrastare, anche in collaborazione con le Forze dell’ordine e la Magistratura, gli illeciti ambientali.

Arpacal e la Polizia Ecozoofila dell’Anpana, inoltre, hanno concordato di realizzare una campagna di comunicazione rivolta alle imprese, attraverso il sistema della Camera di Commercio, per sensibilizzare gli imprenditori alla corretta gestione e smaltimento dei diversi rifiuti prodotti, dagli imballaggi agli scarti di lavorazione, che prevedono percorsi di smaltimento differenziati. Una sensibilizzazione, quindi, che mira a far prendere coscienza del fatto che il rifiuto, se correttamente gestito e smaltito, può diventare una risorsa per altri cicli produttivi.

(Fonte Arpacal)