Piantati 28mila alberi nella provincia di Rimini

311

In dodici mesi l’Ubisol ha realizzato 95 impianti fotovoltaici che risparmiano all’ambiente l’immissione di 500 tonnellate di CO2, equivalenti all’opera di un bosco di 93 ettari

Un parco di 93 ettari con 28mila alberi, grande come 180 campi da calcio. È questa l’area verde che servirebbe per sottrarre all’aria che respiriamo circa 500 tonnellate di CO2 in un anno, ossia la quantità di anidride carbonica che non viene prodotta grazie ai 95 impianti fotovoltaici che la Ubisol ha installato nel corso del 2009.

Un anno da incorniciare per l’azienda riminese specializzata in energie alternative, che traccia un bilancio 2009 pieno di soddisfazioni, e non solo di carattere economico. Attiva da tre anni, la Ubisol ha realizzato in totale 190 impianti fotovoltaici, per una potenza di 1.100 kWp, per un «risparmio» annuo di CO2 di 1.400 tonnellate (per il 2009 sono 95 gli impianti per una potenza di 720 kWp e un abbattimento di 500 tonnellate di CO2).

«Dopo aver chiuso con soddisfazione il 2009, ci accingiamo a vivere un 2010 che ci vedrà impegnati nel continuare l’ampliamento dell’attività aziendale – spiega l’amministratore delegato della Ubisol, Francesco Rinaldi, che opera in azienda insieme agli altri tre soci Marco Polazzi, Matteo Ronconi e Luca Ciccarelli -. Uno dei primi passi sarà quello di procedere a un ulteriore ampliamento della nostra attuale sede e di dotarci di ulteriori mezzi. Tra gli obiettivi di mercato, c’è quello di sviluppare il comparto eolico. Investimenti e scelte strategiche avranno benefici effetti anche sull’occupazione, in quanto prevediamo di mettere a regime nuove squadre di installatori e nuovo personale già nei primissimi mesi del 2010».

Protagonista della green economy in Romagna, la Ubisol negli ultimi dodici mesi ha registrato una crescita esponenziale, in controtendenza con i settori dell’economia tradizionale.

I numeri del settore in Emilia-Romagna e nella provincia di Rimini

Un settore, quello del fotovoltaico, che è in continua crescita, come attestato anche dai numeri elaborati dalla Ubisol e tratti dai dati ufficiali del Gse, il Gestore dei servizi energetici.

Nel 2009, la potenza installata degli impianti fotovoltaici incentivati dal Conto Energia ha superato i 700 MW su tutto il territorio nazionale.

Tale potenza si riferisce agli oltre 57mila impianti entrati in esercizio in Italia (tra vecchio e nuovo Conto energia) da quando è attivo il meccanismo di incentivazione dell’energia prodotta da fotovoltaico controllato dal Gestore dei servizi energetici.

Le regioni con una maggiore potenza installata sono, al 2 dicembre 2009, la Puglia (97 MW)), la Lombardia (85 MW) e l’Emilia Romagna (64 MW) mentre quelle con maggior numero di impianti la Lombardia (8.703), l’Emilia Romagna (5.345) e il Veneto (5.203).

Per quanto attiene nello specifico all’Emilia-Romagna, Rimini con i suoi 437 impianti si colloca al sesto posto tra le province per numero di installazioni, preceduta nell’ordine da Bologna (1.092), Modena (924), Ravenna (690), Forlì-Cesena (680) e Reggio Emilia (615). Dietro Rimini, Parma (379), Ferrara (277) e Piacenza (251). La provincia di Rimini scivola invece al penultimo posto (vedi tabelle e grafici) se viene considerata la potenza degli impianti installati.

Tra i comuni della provincia di Rimini, il primato per numero di impianti va al capoluogo con 183 installazioni. Ma la leadership per potenza è appannaggio di uno dei nuovi comuni della provincia, Sant’Agata Feltria, dove i 28 impianti presenti sviluppano una potenza di 1.253 kW, contro i 1.143 prodotti nel territorio del comune di Rimini. Maglia nera per la produzione di energia solare va a Montegridolfo, dove non è stato installato nessun impianto fotovoltaico.

(Fonte Riminimedia)