Collaborazione scientifica fra Enea e Ccr

95

L’accordo mira a promuovere la collaborazione su energia, ambiente, sicurezza, calcolo scientifico ad alte prestazioni e sicurezza nucleare. Promuoverà la condivisione d’informazioni, strumenti e dati scientifici, la nascita di nuove iniziative e progetti comuni

Il Centro Comune di Ricerca (Ccr) della Commissione europea e l’Agenzia nazionale italiana per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) hanno firmato oggi un Protocollo d’intesa (MoU – Memorandum of Understanding). L’accordo mira a promuovere la collaborazione su diversi ambiti scientifici e tecnologici quali energia, ambiente, sicurezza, calcolo scientifico ad alte prestazioni e sicurezza nucleare.

Roland Schenkel, direttore generale del Ccr, ha dichiarato:«L’Enea ed il Ccr sono grandi organismi pubblici di ricerca di dimensioni simili, con competenze complementari, e lavorano in molte aree scientifiche e tecnologiche (S&T) comuni di fondamentale importanza per i cittadini. Questo rende l’Enea un alleato ed un partner di ricerca naturale per il Ccr».Giovanni Lelli, Commissario dell’Enea, ha aggiunto: «L’accordo con il Ccr rappresenta un traguardo importante nell’ambito della strategia di internazionalizzazione dell’Enea. Di recente il Governo italiano ha assegnato all’Enea lo status di “Agenzia”, pertanto prevediamo che gli scambi scientifici che deriveranno da questo accordo saranno estremamente proficui per lo svolgimento della nostra missione a livello sia italiano che europeo».