A Milano 60 ricoveri al giorno per malattie da inquinamento

93

Il Centro diagnostico italiano attiverà una consulenza telefonica e la possibilità di effettuare uno smoking check

L’Organizzazione mondiale della sanità (World Health Organization, Who) ha organizzato per il 7 aprile le celebrazioni della Giornata mondiale della salute (World Health Day), quest’anno incentrata sul tema dell’urbanizzazione in relazione alla salute, con lo slogan «1000 città, 1000 vite» («1000 Cities, 1000 Lives»).

Anche i cambiamenti climatici rientrano tra i messaggi centrali della Giornata: il trasporto su strada, infatti, comporta effetti significativi sulla salute umana tramite le emissioni di gas serra. Durante questa Giornata, circa 1.000 città in tutto il mondo hanno in programma iniziative diverse, come l’apertura di aree verdi ai cittadini, l’allestimento di forum di discussione sulla salute e l’avvio di campagne di pulizia degli spazi pubblici.

In occasione di questa giornata si segnala a Milano l’iniziativa del Centro diagnostico italiano (Cdi) che attiverà una consulenza telefonica e la possibilità di effettuare uno smoking check.

Secondo dati del Cdi, ogni giorno a Milano vengono ricoverati in ospedale 60 pazienti per malattie causate dall’inquinamento, come asma e tumori polmonari e nei giorni di picco delle polveri sottili si registra un incremento di accessi del 15%.

Le malattie legate all’inquinamento dell’aria sono principalmente la Bpco, l’asma e i tumori polmonari. La broncopneumopatia rappresenta la terza causa di mortalità in Italia e il 50 % delle morti per cause respiratorie. Secondo l’Istituto superiore di sanità, il tumore al polmone è al secondo posto tra gli uomini e al terzo tra le donne tra i tumori più frequenti. Si calcola che nel 2010 ci saranno in Italia oltre 30mila nuovi casi. Infine statistiche dell’Organizzazione mondiale della sanità riportano un numero di persone che soffrono di asma nel mondo compreso tra i 100 e i 150 milioni.