Il trasferimento di tecnologie vitale per i cittadini

113

Un ritorno alla grande manifestazione italiana della Pubblica amministrazione, dopo la prima partecipazione nel 2008, per il Parco scientifico di Roma, frutto della collaborazione tra l’Ufficio Parco scientifico dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e la Società per il Parco scientifico romano

Da lunedì al 20 maggio, alla Nuova Fiera di Roma, il Parco Scientifico di Roma partecipa al ForumPA 2010 in due momenti: una postazione nel Vivaio di Innovazione e l’organizzazione del Convegno «I mediatori del trasferimento tecnologico a fianco della PA per rispondere ai bisogni dei cittadini».

Un ritorno alla grande manifestazione italiana della Pubblica amministrazione, dopo la prima partecipazione nel 2008, per il Parco scientifico di Roma, frutto della collaborazione tra l’Ufficio Parco scientifico dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e la Società per il Parco scientifico romano.

Lo stand

La Società per il Parco scientifico romano sarà presente nella sezione «Vivaio di Innovazione» (Padiglione 7, nei pressi del Punto Ristoro), presentando ai visitatori le attività del Parco e le oltre 20 imprese incubate.

Presentazioni video, brochure e lo staff del Parco Scientifico sapranno rispondere alle richieste dei giovani ricercatori e delle imprese su come avviare rapporti di collaborazione, come creare spin off e ancora, come entrare nell’incubatore innovativo Spin Over e come promuovere i risultati della propria ricerca.

Presso lo stand, sarà inoltre possibile prenotarsi al corso di alta formazione «Mediatore del Trasferimento Tecnologico», per laureati e/o addetti ai lavori, organizzato dall’Ufficio Parco scientifico dell’Università di Roma Tor Vergata, che avrà inizio a settembre 2010.

Il convegno

L’Ufficio Parco scientifico dell’Università di Roma Tor Vergata ha organizzato il convegno «I mediatori del trasferimento tecnologico a fianco della PA per rispondere ai bisogni dei cittadini», giovedì 20 maggio ore 10, alla Nuova Fiera di Roma.

La pubblica amministrazione, gli enti locali, le aziende dei servizi possono essere uno straordinario motore di innovazione valorizzando i risultati della ricerca pubblica per rispondere a nuovi bisogni dei cittadini. L’innovazione sperimentata dalla PA riguarda, innanzitutto, il suo rapporto con i cittadini, attraverso una più efficace erogazione e fruibilità dei servizi.

Eppure questo processo virtuoso stenta a svilupparsi. La realizzazione di modelli e servizi innovativi non consiste semplicemente nella valorizzazione e razionalizzazione delle risorse disponibili ma richiede una molteplicità di competenze, di risorse e di attori presenti sul territorio e rende nodale il ruolo degli organismi collettivi e delle professionalità coinvolti nell’opera di mediazione, integrazione e accompagnamento tra questo sistema, il tessuto produttivo e le comunità locali: i mediatori del trasferimento tecnologico.

Per realizzare servizi innovativi che rispondano ai bisogni dei cittadini non servono semplicemente soluzioni tecnologiche ma prima ancora far emergere nel sistema delle imprese e della PA un fabbisogno di innovazione spesso inconsapevole o inespresso. I mediatori di trasferimento tecnologico possono interpretare e aggregare le domande di ricerca e sviluppo tecnologico del territorio facendole incontrare con il mondo delle università e dei centri di ricerca.

Per partecipare al convegno e per trovare il programma definitivo, è necessario iscriversi a:

http://iniziative.forumpa.it/expo10/convegni/i-mediatori-del-trasferimento-tecnologico-fianco-della-pa-rispondere-ai-bisogni-dei

(Fonte Parco scientifico romano)