La Marea nera sulle coste

348

Il petrolio della Deepwater Horizon ha cominciato a raggiungere le spiagge dell’Alabama, Mississippi e della Florida. Così accade che turisti passeggiano sul bagnasciuga sporco di petrolio o prendono il sole tra gli operai che ripuliscono le spiagge

Il petrolio fuoruscito dall’esplosione della Deepwater Horizon ha cominciato a raggiungere le spiagge dell’Alabama, Mississippi e della Florida. Nelle nuove foto scattate da un team di Greenpeace si vedono turisti che passeggiano sul bagnasciuga sporco di petrolio o prendono il sole tra gli operai che ripuliscono le spiagge. Alcuni bagnanti escono fuori dall’acqua con macchie di catrame sulla pelle.

Nell’aria, diluito nell’acqua, sulle spiagge, tra i canneti, il petrolio è ormai ovunque a intrappolare delfini, uccelli e ogni altra forma di vita. E questo senza contare tutte quelle tonnellate di greggio che non sono visibili perché sono rimaste sul fondo. Un disastro per l’ambiente e per l’economie locali: la pesca è ferma, le spiagge distrutte, gli hotel vuoti. Purtroppo è solo l’inizio, sembra che la macchia di petrolio si stia estendendo sempre più a Est.

(Fonte Greenpeace)