Un modo festoso per parlare d’ambiente

294

L’appuntamento con la musica firmato Legambiente, nello splendido scenario del parco naturale della Maremma. A rendere originale la manifestazione, il contributo di musicisti di fama nazionale e internazionale che, mossi da forte motivazione verso temi di natura ambientale, si impegneranno a realizzare un evento musicale unico nel suo genere

Anche quest’anno torna puntuale Festambiente, l’appuntamento con la musica firmato Legambiente. Una dieci giorni in un’area di oltre 20mila metri quadrati dove si coniuga musica, politica, animazione per bambini, degustazione e ristorazione biologica. Il tutto parte il 6 agosto a Rispescia (GR), nello splendido scenario del parco naturale della Maremma e si conclude il 15 agosto. A rendere unica la manifestazione, che senza peccare di superbia, è unica nel suo genere in tutta Europa, il contributo di musicisti di fama nazionale e internazionale che, mossi da forte motivazione verso temi di natura ambientale, si impegneranno a realizzare un evento musicale esclusivo nella sua natura.

Per dieci giorni si realizzerà il più grande festival dedicato all’ambiente, uno degli eventi più attesi dell’estate 2010 che conferma ogni anno oltre 80.000 visitatori. Un festival che, col tempo, ha acquisito maggiore rilievo in termini di innovazione e singolarità; dimostrazione di questo, sono i numeri che la manifestazione porta con sé: oltre 450 media accreditati, più di 130 stand espositivi, 250 tra volontari e collaboratori coinvolti, circa 400 gli enti patrocinatori, oltre 150 i relatori partecipanti ai dibattiti, più di 100 gli artisti in programmazione, 70 le rassegne di degustazione, 20 i laboratori ecologici proposti ogni giorno nella città dei bambini, 20 le ricette servite ogni giorno al ristorante vegetariano più grande d’Italia e oltre 50 le pellicole proiettate tra corti, documentari e lungometraggi nel cinema all’aperto.

Solo a titolo esemplificativo, alcuni dei nomi che si esibiranno sul palco di Festambiente che si aprirà il 6 agosto con Bandabardo’ e si concluderà il 15 agosto con Cristiano De Andrè che canterà De Andrè. Questi due nomi, di grande rilievo, saranno affiancati da artisti quali Youssou N’Dour, Pino Daniele, Simone Cristicchi, i Baustelle, la musica salentina dei Sud Sound System, il reggae di Alborosie e la tromba di Roy Paci e Aretuska.

Ritmi internazionali ballati sotto le stelle per un festival singolare nel suo genere che offrirà, in accompagnamento alla buona musica, anche ristorazione genuina fatta dei nostri prodotti della terra e il tutto accuratamente accompagnato da una selezione rigorosa dei più buoni vini del territorio. In definitiva, un modo festoso per entrare in contatto con le nostre tradizioni legate a una terra fatta di prodotti caratteristici, sapori singolari, arte e musica da raccontare; con la mente spensierata, per capire che l’ambiente è un bene assoluto dal quale dipende il sostentamento di tutto il resto e questo fatto in una cornice estiva di festa. Perché l’ambiente non è solo «noiose» discussioni e impedimenti ma anche festa, intesa, spirito di comunità, una comunità che viaggia insieme, scopre, imparare a cambiare le proprie abitudini assaporando il profumo dell’erba appena spuntata nei campi e capendo che in quella piccola meraviglia è racchiuso il vero senso del creato, di noi stessi.