Scienze, neuroscienze e arte

936

Battesimo della giovane Università svizzera di Scienze Umane e Neuroscienze nata tre anni fa con l’ambizione di contribuire al rilancio della centralità dell’Uomo nel nostro tempo

In un’estate di San Martino in piena regola nel mezzo del grande e freddo autunno nell’ambito di Open Doors, si è tenuto di fatto il battesimo della giovane Università svizzera di Scienze Umane e Neuroscienze nata tre anni fa con l’ambizione di contribuire al rilancio della centralità dell’Uomo nel nostro tempo per farlo sovrano di se stesso e della società che deve ritrovare l’interesse umano come interesse primario. In questa direzione va il progetto di sinergia tra mondo dell’arte e mondo delle scienze umane e delle neuroscienze, finalizzato ad amplificare con le tecniche della pedagogia, della psicodinamica e delle varie arti (dal Teatro alla Musica dalla fotografia al Cinema ecc.) il potenziale umano in formazione (Scuola di psicopedagogia di Haidi Segrada ed Eugenio Rossi), il potenziale umano degli artisti, showman e leader dei vari campi (che a modo loro calcano da protagonisti i teatri della vita e della società) con la Leader Showman Interschool co-organizzata da Lium con Artec diretta da Yor Milano che nella sua relazione ha presentato Artec.

Arti e scienze umane

Importanti progetti nel settore delle arti emergono anche dalla proposta di Teresa Mariano che in alcune delle sue recenti realizzazioni come Comart (artisti emergenti che vengono selezionati e portati al loro lancio e successo con un vero e proprio lavoro di Talent Scout) e laddove l’arte è assunta come strumento di attivazione socioeconomica: interessantissimo il progetto di recupero del paese di Provvidenti nel Molise, Borgo della Musica. Valida la presentazione delle attività promosse da TM dove l’Arte, e la musica in particolare, diventano strumenti per valorizzare e recuperare aree depresse e degradate del territorio. Concetti che si sposano perfettamente con la filosofia della Lium e dell’Artec: arte come cultura, come economia sana, come progresso civile reale, come libertà e gioia, come vita! Il progetto appare molto articolato e si incentra sulla Live Show School e sulla creazione di un Format a cui partecipano anche altre università (Bocconi) e istituzioni e gruppi artistici. Grande spazio all’arte anche in occasione dell’inaugurazione del vernissage/mostra fotografica «Il fondo dell’anima» di Drago Stevanovic che ha presentato il progetto coordinato Lium, Artec, Isaf, l’Istituto di Arte Fotografica da lui diretto a cui è seguita la Tavola rotonda intitolata La Fotografia tra Arte e Mercato a cui hanno partecipato tra gli altri, Franco Marinotti, Produttore Video e Gallerista, così come Yor Milano (Artista, Produttore, direttore Artec, presidente Tepsi), Drago Stevanovic (direttore Isaf e decano Lium), Vincenzo Valenzi (Prorettore Lium per la Ricerca e lo Sviluppo), Daphne Settimo della Ftia, i neo-laureati Lium presenti alla Tavola rotonda per le loro competenze in ambito artistico, cinematografico e creativo-produttivo, così come per le loro competenze in ambito economico e dei mercati globali, il prof. Lino Rossi, psico-antropologo, antropologo della cultura. Un intervento a distanza anche da parte di Fabio Castelli che ha presentato Mia Milan Image Art la fiera internazionale della fotografia prossima a Milano.

Attività di formazione

Non solo arte e scienze umane in una combinazione ambiziosa, ma anche attività classiche di formazione. Le novità di quest’anno riguardano l’avvio della scuola di psicoterapia ad indirizzo integrativo, i corsi di scrittura creativa, di psicosomatica sup. e di medicina complementare, i corsi di antropologia culturale, di criminologia, psicologia investigativa, medicina legale e assicurativa, di psicologia giuridica e scienze forensi, il nuovo Dipartimento di Scienze della Formazione e dell’Educazione, nonché il Master in psicoenergetica dello sport e della riabilitazione, i corsi nell’ambito dell’educazione continua in Medicina organizzati dal prof. C. Messina in collaborazione con www.siaecm.it. Nuove proposte accolte durante i lavori del senato accademico sono pervenute dal prof. Antonio Cesare Sparacino, docente alla Facoltà di Agraria dell’Università di Milano che propone una collaborazione fra le due Università per un progetto di formazione all’Educazione e all’igiene alimentare. Un’altra importante proposta di accordo, avanzata dai dottori Marisa Callegari e Enrico Sparacino, docenti della Scuola di Psicoterapia di Cremona ad orientamento analitico, che è focalizzata al lavoro sul corpo e sull’immaginario. La proposta prevede un progetto di un corso/scuola che favorisca gli aspetti creativi, teatrali nel lavoro con i giovani (bambini e adolescenti), e che si ponga anche come innovazione nel settore per quanto riguarda, per esempio, il Teatro Mimico d’Azione che svilupperà sinergie con i gruppi di Segrada e Yor Milano.

I lavori che erano stati aperti dal Rettore Orlando del Don e dal saluto del rappresentante del Municipio di Bellinzona ing. Renato Ramazzina, sono continuati con la presentazione delle tesi di Laurea Honoris causa Lium in scienze umane di Michael Lionello Cowan, Evolution of Modern Cinema From Cinecittà to Holliwood to Internet; Jonathon Brown, Cinema in the future between Art State and Market; Bill Zane, The life and the carer of actors today; Renato Celotto, Il Modello svizzero come matrice per l’integrazione europea, concluse sabato con la tesi di Carlo Baldi, Sviluppo Sostenibile e partecipazione Pubblico-Privata, che il senato accademico della Lium ha voluto premiare con questo riconoscimento accademico per il loro impegno nel campo dell’arte, della scienza, della cultura e dell’economia. La mattinata di venerdì 12 è stata chiusa da Vincenzo Valenzi: Pro-rettore Lium per la Ricerca e lo Sviluppo, con la relazione dal titolo: Formazione Interdisciplinare alla Lium e processi di miglioramento continui dell’Uomo.

L’impressione è che con i favori del Cielo da molte parti dell’Europa (Londra, Parigi, Roma, Milano, Venezia, ecc. con il nuovo Prorettore Bruno De Nantes delegato alle Biotecnologie e alla Protezione dell’Ambiente) convergano su Bellinzona e sulla Lium nuove forze e volontà per avanzare verso il successo dell’Uomo moderno che può e deve vivere in armonia e felicità la sua vita alla ricerca della potenza e del successo per sé e per gli altri, tra arte scienza e mercato… (V. V.)