Quel blu dei Led è pericoloso

327

Gli effetti sulla salute dei sistemi ad illuminazione Led. L’agenzia francese Anses (Agenzia nazionale per la sicurezza sanitaria, l’alimentazione, l’ambiente ed il lavoro) per la prima volta ne analizza i principali fattori di rischio

A causa del loro basso consumo di energia i sistemi di illuminazione Led ad alte prestazioni stanno fortemente aumentando il loro mercato. L’Agenzia francese Anses (Agenzia nazionale per la sicurezza sanitaria, l’alimentazione, l’ambiente ed il lavoro) per la prima volta ha studiato i possibili rischi associati con l’uso di alcune tipologie di lampade a Led.

I principali fattori di rischio emersi sono l’elevata presenza di componente blu nello spettro delle lampade a Led usate per illuminazione e l’elevata luminanza (cioè l’entità della luce emessa nella direzione dell’osservatore) che può produrre abbagliamento.

Riguardo alla componente blu è stato appurato che il livello di rischio dipende dalla dose cumulata di luce alla quale la persona è esposta. Questo significa che non esiste una dose minima tollerabile e che l’effetto negativo è particolarmente evidente nei soggetti sensibili (bambini, persone fotosensibili, persone esposte per lunghi periodi ad illuminazione a Led). Si è riscontrata una particolare tossicità per le cellule della retina che subiscono un vistoso stress ossidativo in presenza della componente blu. Per queste ragioni l’Anses consiglia di:

– evitare l’uso dei Led a luce fredda in luoghi frequentati dai bambini e negli oggetti da loro utilizzati (per esempio i giocattoli);

– informare i pazienti con particolari malattie o che utilizzano farmaci che aumentano la fotosensibilità, sui rischi dell’esposizione alla luce con componente blu;

– realizzare appropriati dispositivi di sicurezza per i lavoratori che sono esposti per lunghi periodi ad illuminazione a Led.

Per la luminanza ed il rischio di abbagliamento, si è visto che singole sorgenti Led possono superare anche di 1.000 volte la soglia di comfort visivo, sia a causa dell’errato design dei corpi illuminanti sia per l’eccessiva direzionalità degli stessi. È quindi necessario realizzare lampade Led dal design (dal punto di vista della performance ottica) migliore e con caratteristiche ottiche in grado di rendere più diffusa la luce prodotta.

Il rapporto completo sul sito Anses

Domande e risposte sulle luci Led

(Fonte Arpat)