Riciclaggio – Positivo bilancio Conai

93

Bene il recupero complessivo dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro: si è raggiunta la percentuale del 74,9% (nel 2009 era del 72,9%)

I risultati di recupero complessivo dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro sono stati i migliori di tutta la sua storia e hanno raggiunto la percentuale del 74,9% (nel 2009 era del 72,9%), equivalente a 8,4 milioni di tonnellate recuperate su 11,2 milioni di tonnellate immesse al consumo (+3% rispetto al 2009).

Il riciclo complessivo è stato del 64,8% dell’immesso al consumo e il ricorso alla discarica è ormai inferiore al 25% (nel 2009 era di poco superiore al 28%).

In particolare, si rileva che, a fronte di risultati di riciclo in leggera crescita o stabili, per gli imballaggi in alluminio è stato registrato un incremento record del 33,7% e per quelli in legno dell’11,4%.

Nel 2010, grazie allo sviluppo delle convenzioni sulla raccolta differenziata previste dall’Accordo quadro Anci-Conai, sono saliti a 7.284 i Comuni serviti, con un coinvolgimento di oltre 56 milioni di cittadini, pari al 96% della popolazione.

Ottimi risultati anche sotto l’aspetto economico a riprova che il sistema di recupero e riciclo può essere gestito in modo ottimale anche da questo punto di vista: il disavanzo è stato pressoché nullo (33.444 euro) con un significativo miglioramento rispetto al 2009 (2.999.106 euro). Questo risultato è stato possibile tanto grazie all’incremento dei ricavi (+5%) quanto, soprattutto, a una importare riduzione dei costi (-7%).

«Il 2010 è un anno da ricordare sia perché ha registrato i migliori risultati di recupero complessivo degli imballaggi di sempre, sia perché ha consentito la chiusura di un bilancio in sostanziale pareggio – ha commentato Piero Perron,Presidente di Conai -. Questi risultati sono la dimostrazione che una gestione efficiente ed efficace delle attività di riciclo e di recupero è possibile e ciò rappresenta un importante incentivo a proseguire con rinnovato impegno nella direzione intrapresa: di coordinamento dei consorzi associati, di collaborazione con le imprese e con i Comuni nell’ambito dell’accordo quadro Anci-Conai».

(Fonte Hill & Knowlton)