Caccia – Dipendente comunale fa obiezione di coscienza

88

A Cortona (Arezzo) una dipendente ha chiesto di essere esonerata dal rilascio dei tesserini venatori. L’Enpa: «Grande prova di civiltà»

Il presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi, ha scritto una lettera di ringraziamento alla dipendente del Comune di Cortona (Arezzo) che ha fatto obiezione di coscienza, chiedendo di essere esonerata dal rilascio dei tesserini venatori.

«Desidero esprimerle tutta la mia ammirazione e una profonda riconoscenza per l’atto di «obiezione di coscienza» da lei responsabilmente compiuto e concretizzatosi nella richiesta di non dover consegnare i tesserini venatori», si legge nella missiva scritta dalla presidente nazionale della Protezione animali.

«Molte grandi svolte di civiltà – prosegue Rocchi – sono scaturite proprio dal rifiuto di agire contro la propria coscienza».

(Fonte Enpa)