Sistri – Ecco ancora un rinvio

134
rifiuti riciclaggio carta

L’entrata in vigore del Sistri viene prorogata e la nuova data di scadenza è, ora, prevista per il 30 giugno 2012 e questo al fine di garantirne un adeguato periodo transitorio per consentire la progressiva entrata in operatività del sistema

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 48 del 27 febbraio 2012) il «Decreto Milleproroghe».

La «Legge 24 febbraio 2012, n. 14. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto – legge 29 dicembre 2011, n. 216, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative. Differimento di termini relativi all’esercizio di deleghe legislative. (12G0031) (G.U. n. 48 del 27-2-2012 – Suppl. Ordinario n. 36)» rivede questioni di varia natura, modificando termini di efficacia e in linea di massima, prorogando scadenze.

Ci sono novità sul fronte di conferimenti in discarica di rifiuti speciali e urbani; in relazione alla carenza di impianti di recupero energetico di rifiuti in ambito nazionale, viene prorogata al 31 dicembre 2012 l’entrata in vigore del divieto di conferimento in discarica di tutti i rifiuti, speciali ed urbani, con Potere calorifico inferiore (Pci) superiore a 13.000 kJ/kg.

Per gli edifici rurali viene traslata al 30 giugno 2012 la proroga del termine ultimo per la presentazione delle domande di variazione catastale per il riconoscimento della ruralità di fabbricati accatastati, ai fini della loro esenzione dall’Ici relativa al 2011. Viene comunque confermata l’applicazione, per gli stessi edifici, dell’Imu a partire dal 1° gennaio 2012.

Prorogato per due anni anche il termine ultimo per adeguare le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del ministro dell’Interno del 9 aprile 1994, che non abbiano completato l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi.

Inoltre, per i comuni con meno di 5mila abitanti viene prorogato al 31 marzo 2013 il limite entro il quale affidare, a un’unica centrale di committenza, l’acquisizione di lavori, servizi e forniture.

Ancora, viene confermata la proroga al 31 dicembre 2012 per le verifiche tecniche degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile.

Si ritorna, infine, a parlare anche del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri); bene l’entrata in vigore del sistema viene prorogata ancora e la nuova data di scadenza è, ora, prevista per il 30 giugno 2012 e questo al fine di garantirne un adeguato periodo transitorio per consentire la progressiva entrata in operatività del sistema. Ricordiamo che la Manovra bis di Ferragosto (decreto legge n. 138/2011) aveva fissato al 9 febbraio 2012 la data per l’operatività del Sistri; siamo già alla seconda proroga del Sistri per il solo anno 2012.

Contestualmente alla proroga dei termini di esercizio, viene ritardato l’obbligo di iscrizione al Sistri per gli imprenditori agricoli che trattano e trasportano rifiuti pericolosi occasionalmente e saltuariamente; la nuova scadenza per loro è fissata al 2 luglio 2012.

Ed è a questo ultimo punto che affidiamo le nostre riflessioni in quanto tante domande restano aperte e molta confusione continua ad attanagliare i tanti soggetti obbligati all’iscrizione.

La data di messa in esercizio del Sistri, ad oggi, per le imprese con più di dieci dipendenti è stata confermata al 30 giugno 2012; bene, ma per quelle aziende con meno di dieci dipendenti quando scadono i termini di messa in funzione?

Anche per l’anno 2012 dovranno essere versati i contributi annuali entro il 30 aprile 2012 e questo a fronte di due precedenti pagamenti che non hanno avuto riscontro in termini di messa in operatività del sistema?

Come sono stati risolti i tanti problemi legati all’utilizzo dei dispositivi elettronici in ambito Sistri? Le semplificazioni tanto auspicate sono state applicate al fine di rendere meno macchinoso e più efficace il sistema?

A domande come queste cercheremo di dare risposta incontrando operatori sul campo.