Perché non si devono togliere le unghie ai gatti?

Tempo di lettura: 2 minuti

Perché è crudele!
Le unghie hanno funzioni importantissime nella vita di un felino. In primo luogo, servono alla sua toilette. I gatti dedicano molte ore del loro tempo alla pulizia del mantello: leccatine e grattatine sono essenziali per la cura del pelo. Il benessere del pelo si riflette sullo stato di salute dell’animale, perché è proprio la pelliccia a mantenere l’impermeabilità e la giusta temperatura del corpo. Secondariamente, il pelo serve anche all’impiego di marcature odorose, segnali che hanno molta importanza nella vita di un gatto. Le grattatine rappresentano una parte molto importante delle operazioni di pulizia, poiché liberano i

Perché, a volte, le gatte danno da mangiare ai cuccioli di altre madri?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Se una gatta che sta allattando ha avuto una cucciolata normale, le si possono aggiungere 1 o 2 orfanelli senza causare troppi problemi. Probabilmente verrebbero accettati semplicemente mettendoli, così miagolanti e lamentosi, vicino al suo giaciglio. Il suo istinto materno, infatti, sarebbe talmente forte che lei non riuscirebbe a resistere alle loro richieste di aiuto, ma gli si avvicinerebbe subito, raccogliendoli ad uno ad uno con la bocca. A quel punto li leccherebbe per trasmettergli il suo odore e poi li lascerebbe prendere posto accanto ai suoi piccoli per succhiare il latte.
Allo stato selvatico, però, un tale comportamento non

Esistono contraccettivi per gatti?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Esistono diversi tipi di contraccettivi che permettono di controllare le popolazioni di gatti.
È possibile somministrare loro pillole molto simili a quelle usate dagli esseri umani. Ce ne sono a base di progesterone, ormone naturalmente presente in gravidanza, che, quindi, simulandone gli effetti, procura una falsa gravidanza. Naturalmente a questo stato si accompagna un aumento di appetito e quindi di peso, nonché tutta una serie di effetti collaterali di maggiore gravità. La somministrazione può essere effettuata mediante iniezioni ad effetto prolungato, che possono essere causa di infezioni, o mediante compresse, che, se non assunte completamente dal gatto con il cibo,

I gatti vedono a colori?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Ebbene sì, ma piuttosto male!
Negli anni 40 si pensava che i gatti vedessero sempre grigio, sia di giorno sia di notte. Solo negli ultimi decenni si è potuto constatare che questi piccoli felini riescono a discernere alcuni colori, seppure in modo impreciso. I gatti sono dunque capaci di distinguere tra:
? rosso e verde;
? rosso e blu;
? rosso e grigio;
? verde e blu;
? verde e grigio;
? blu e grigio;
? giallo e blu;
? giallo e grigio.

È ancora dubbia la tesi secondo cui riuscirebbero a distinguere anche il rosso dal giallo.
Ad

Perché i gatti maschi uccidono i loro piccoli?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Osservando il comportamento dei gatti selvatici europei si è potuto constatare che i maschi non sono affatto assassini dei loro piccoli, come sosteneva anche il grande storico Erodoto, ma, anzi, a volte partecipano attivamente all’allevamento della prole. La spiegazione di questa comune credenza sembra dunque essere questa: dopo il parto, a volte la femmina va incontro ad un «falso calore». Come è ovvio, se un maschio si trova nelle vicinanze, si eccita a tal punto da montare i cuccioli, poiché viene fortemente respinto dalla femmina. I cuccioli si immobilizzano al morso del maschio, perché ricorda loro la presa della madre.

Fino a che età i gatti sono in grado di riprodursi?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Fino a tarda età: i maschi fino a 16 anni, le femmine anche fino a 12! Sarebbe come se un uomo potesse diventare padre a 70 anni ed una donna a 60 passati. La donna che, finora, si sa abbia partorito in età più avanzata aveva ben 57 anni, che in una gatta corrispondono a soli 9 anni. Normalmente le donne raggiungono la menopausa a 51 anni, che sono solo 7 anni per una gatta. Questo significa che, in termini relativi, i gatti rimangono fertili molto più a lungo di noi.
Tuttavia, al fine di ridimensionare le capacità riproduttive di

Perché non ci sono grandi differenze di taglia fra i gatti?

Tempo di lettura: 2 minuti

La dimensione dei gatti domestici varia molto meno rispetto a quella dei cani. Questi ultimi sono stati allevati per svolgere le funzioni più disparate: la guardia, i combattimenti, la caccia e la compagnia. Esistono dunque robusti cani da guardia e minuscoli cagnolini da salotto.
I gatti, invece, hanno sempre avuto un solo compito importante nella loro domesticazione, l’uccisione degli animali nocivi. Questa attività ha avuto davvero poca influenza sullo sviluppo delle dimensioni corporee di questi felini e, comunque, anche il gatto selvatico nordafricano pesa solo poco più di un comune gatto europeo.
In realtà, anche se sono poco interessanti, nel

Perché i gatti giocano con la preda prima di ucciderla?

Tempo di lettura: 2 minuti

A chi non è capitato di vedere un gatto «torturare» un topo o un uccellino prima di mangiarlo?
I gatti sono killer efficientissimi, maestri nell’infliggere morsi letali. Tuttavia amano indugiare nel crudele gioco di colpire senza uccidere o di acchiappare e poi lasciare andare. Il risultato è che, il più delle volte, le loro vittime muoiono per lo shock, prima ancora che il felino possa assestare il colpo di grazia.
A discolpa del micio, però, va detto subito che nessun gatto selvatico agisce così. Quello che abbiamo appena descritto è il comportamento di un gatto domestico sazio, che ha

Perché alcuni gatti amano andare a spasso con i propri padroni?

Tempo di lettura: < 1 minuto

I gatti adulti sono creature solitarie. Non passeggiano insieme ai loro simili, non cacciano con loro, né scappano o migrano da un territorio all’altro, né, tanto meno mangiano in compagnia.
Ciò nonostante, alcuni proprietari di gatti riferiscono che ai loro beniamini piace accompagnarli a fare delle brevi passeggiatine. Indagando su casi come questi, si scopre quasi sempre che i gatti in questione non sono al guinzaglio, ma semplicemente seguono le orme dei loro padroni. Il padrone si avvia da casa e poi si accorge che il suo amato gatto lo sta seguendo… In genere si tratta di sentieri ben conosciuti

Perché i gatti bevono l’acqua sporca?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Alcuni gatti amano bere da pozze e pozzanghere di acqua sporca presenti in giardino. Questo avviene nonostante in casa sia presente una ciotola colma di acqua pulita sempre a disposizione del micio. Perché allora i gatti ignorano queste delizie?
Vediamo di prendere in considerazione i fattori di scelta del gatto. In primo luogo, se l’acqua pulita a disposizione dell’animale proviene da un rubinetto, ricordiamoci che essa viene sottoposta a forti trattamenti chimici. Spesso viene anche clorata ed assume un odore caratteristico, che certo non sfugge al fine odorato del gatto.
Se, invece, l’acqua pulita è contenuta in una ciotola lavata

Come venne usato il gatto in tempo di guerra?

Tempo di lettura: < 1 minuto

È noto che i cani vennero impiegati massicciamente durante le guerre, mentre erroneamente si crede che i gatti non siano mai stati sfruttati in tal senso. Esistono almeno due esempi di questo utilizzo, anche se alquanto bizzarri.
Il primo risale a 2.500 anni fa, tempo di battaglia fra Egiziani e Persiani. Questi ultimi, conoscendo la venerazione degli Egiziani per i gatti, crearono un’armatura felina: i guerrieri persiani avanzavano tenendo in braccio dei gatti vivi. Vedendoli, i soldati egiziani non se la sentivano di attaccare il nemico, per paura di ferire o uccidere anche uno solo di questi animali. L’uccisione di

Perché i gatti giallo-neri sono quasi sempre femmine?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Si calcola che la probabilità di trovare un maschio giallo-nero siano 200 contro 1! E’ un evento estremamente raro, ma esiste. Questo succede perché i geni che controllano questi particolari schemi di colore si trovano entrambi sui cromosomi X. Il trucco sta nel fatto che soltanto le femmine hanno 2 cromosomi X, per cui possono risultare giallo-nere, mentre i maschi hanno un cromosoma X ed uno Y. Ma allora come fanno ad esistere dei maschi giallo-neri? Grazie a dei piccoli errori genetici, che causano la nascita di gatti maschi con genotipo XXY. Questi animali saranno dei maschi per la presenza

Perché cani e gatti non vanno d’accordo?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Alla base del «problema» c’è la comunicazione: cani e gatti parlano linguaggi troppo diversi! Si pensi, ad esempio, alla comunicazione posturale. I cani, per invitare al gioco, sono soliti scodinzolare e inarcare la schiena, tenendo le zampe anteriori flesse a terra e quelle posteriori distese. Il gatto, invece, agita la coda quando è nervoso e inarca la schiena, arruffando tutto il pelo e correndo obliquamente a gran velocità, solo in situazioni di fuga, difesa o attacco imminente. Insomma, è naturale che i due animali, usando le stesse posture per esprimere stati d’animo così diversi, si intendano male e che, molto spesso, non si capiscano proprio!

Perché capita che una stessa figliata abbia più di un padre?

Tempo di lettura: < 1 minuto

In biologia questo evento è chiamato «Superfecondazione» e si verifica tutte le volte che una femmina in calore si lascia montare da più maschi adulti. Questo significa che, al termine degli accoppiamenti, il suo tratto riproduttivo conterrà un miscuglio di sperma, proveniente dai diversi maschi, e sarà soltanto il caso a decidere quali spermatozoi feconderanno le cellule uovo della gatta. I gattini saranno allora tutti diversi, nel colore e nel carattere!