G8 – I grandi puntano su povertà e ambiente

103

Attuare alcuni degli obiettivi del Millenium development goals delle Nazioni Unite e precisamente quello della riduzione della povertà, della istruzione primaria e della lotta all’Aids. Definire azioni più incisive per combattere i cambiamenti climatici. Creare un comitato scientifico internazionale che serva a ridurre l’impatto delle catastrofi naturali e l’istituzione di un sistema di allarme precoce della Wmo

Ambiente e povertà sembrano i temi che domineranno il prossimo summit dei G8 che si svolgerà in Scozia.
È dell’altro giorno l’appello per combattere i cambiamenti climatici anche da parte di 23 grandi industrie internazionali tra cui la Ford, la British Airways, la Banca HSBC, l’Ente elettricio francese EdF e la BP (British Petroleum).
L’appello fa seguito all’analogo appello delle Accademie delle Scienze dei G8 e di Cina, India e Brasile (per l’Italia: l’Accademia nazionale dei Lincei) affinché nella prossima riunione dei G8 si prendano efficaci decisioni per ridurre le emissioni di gas serra.
Il Regno Unito, che ha