Malva e melissa si «lasciano» coltivare

191

Si conclude la I Fase del Progetto «Recupero, sperimentazione e promozione di piante officinali e medicinali» con risultati incoraggianti e di grande interesse scientifico

Il progetto del Gal Sibilla sul «Recupero, sperimentazione e promozione di piante officinali e medicinali», con il coordinamento scientifico del dott. Andrea Catorci dell’Università di Camerino, Dipartimento di Botanica ed Ecologia in collaborazione con il Progetto Agricoltura Sostenibile del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, è entrato nella sua fase finale.
La sperimentazione sulle diverse specie di piante officinali: melissa, malva, cardo mariano, anice verde, valeriana, tarassaco e zafferano, iniziata nella primavera del 2004 ha dato risultati incoraggianti; in particolare Malva e Melissa, pur essendo al primo anno di coltivazione, e quindi non ancora a pieno regime produttivo, denotano un