Nuovo assetto organizzativo per migliorare la tutela ambientale

238

In particolare, è stato istituito il Dipartimento Regionale per la Sicurezza del territorio con sede a Belluno, per dare pratica attuazione alla funzione attribuita all’Agenzia dalla Regione del Veneto in tema di idrologia e Protezione Civile. Le altre novità

L’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto inaugura il nuovo anno con numerose novità nell’assetto organizzativo che garantiranno maggiore attenzione alla tutela ambientale del Veneto. In particolare, è stato istituito il Dipartimento Regionale per la Sicurezza del territorio con sede a Belluno, per dare pratica attuazione alla funzione attribuita all’Agenzia dalla Regione del Veneto in tema di idrologia e Protezione Civile.
Il Dipartimento, diretto da Alberto Luchetta, già direttore del Dipartimento Provinciale Arpav di Belluno, coordinerà il Centro Meteorologico di Teolo, il Centro Valanghe di Arabba e l’Unità Operativa Rete Idrografica Regionale e garantirà la prevenzione e il controllo di alluvioni, fenomeni meteorologici inaspettati, dissesti idrogeologici.
Un’altra novità è l’istituzione del Dipartimento Regionale Laboratori che garantirà l’uniformazione delle modalità operative dei laboratori, presenti nei dipartimenti provinciali, e garantirà una maggiore tempestività nella consegna delle analisi commissionate dall’esterno da istituzioni pubbliche e private, a capo del nuovo dipartimento è Pierluigi Mozzo, fisico già in staff all’Arpav.
Infine, per promuovere le attività di formazione e aggiornamento di quanti operano nella prevenzione e protezione ambientale, è stata istituita la Scuola di Alta Specializzazione in materia ambientale diretta da Attilio Tacconi, in precedenza direttore del Dipartimento Provinciale Arpav di Verona.
Per quanto riguarda le nomine dei direttori dei Dipartimenti Provinciali, gestirà il Dipartimento di Padova, Alessandro Benassi, già dirigente al Centro Meteorologico di Teolo; a Belluno arriva Franca Bergoglio, in precedenza direttore vicario a Padova; a Treviso è stato nominato Loris Tomiato, in precedenza impiegato nel servizio rischio industriale; a Verona, Giancarlo Cunego, già direttore del Dipartimento di Treviso; a Vicenza, Mario Cecchetto, in precedenza direttore vicario del dipartimento; a Rovigo Primo Munari, in precedenza direttore vicario del dipartimento e a Venezia è confermato Renzo Biancotto.

(Fonte Arpav)