Salute – Dal misticismo alla scienza: la sfida dell’Integrazione in Medicina

153

Gli obiettivi del «Nuovo Corso» sono quelli di offrire oltre al classico diploma, anche quello di formare una nuova leva di medici che siano in grado di maneggiare oltre alla diagnostica e alla terapia tradizionale anche quelle pratiche diagnostiche e terapeutiche che affondano le radici nell’estremo e antico Oriente e da qualche anno anche nelle più avanzate tecnologie di diagnostica e cura

La rigorosa applicazione del metodo scientifico, ma anche e soprattutto delle più progredite tecnologie per meglio e più conoscere e valutare le sindromi delle nosografie convenzionali e non convenzionali e relative terapie, sono alla base del rilancio del «Nuovo Corso» di Perfezionamento in Medicina Biointegrata dell’Università di Chieti che continua nell’ambito del Dipartimento di Scienze Biomediche diretto dal prof. Francesco Caciagli.
Il fondatore e Coordinatore del Corso, Giuseppe Martines, ha affidato a Vincenzo Valenzi l’incarico di Responsabile Scientifico?Organizzativo del Corso che ha aperto le iscrizioni dal 26 gennaio al 26 febbraio 2007 il bando si può scaricare dal sito