La Bronti-Mortara un ennesima strada inutile

61

«Un progetto che con ogni evidenza non è compatibile con la tutela ambientale e paesaggistica del territorio che l’Ente che presiede è chiamato a proteggere, ci lascia annichiliti; come un fante il cui generale, a metà battaglia, passa al nemico»

Fra le tante iniziative per il «progresso» in Italia c’è anche l’autostrada Bronti-Mortara, un’arteria regionale che, secondo uno studio dell’ingegner Andrea Debernardi della Società Polinomia fatto per conto del Wwf Italia, «sarà utilizzata solo per il 10% delle sue capacità, nei primi 8-10 anni di esercizio i ricavi risultano persino inferiori ai costi di esercizio e manutenzione e necessiterà per essere realizzata di un contributo a fondo perduto da parte dello Stato di almeno 800 milioni di euro».
Su questa ennesima vicenda italiana, Marco Magnifico, Direttore Generale Culturale Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano) ha scritto una lettera al Presidente del