Aree Protette – Il valore dell’educazione ambientale

67

La formazione può e deve concorrere al cambiamento attraverso messaggi che sviluppino nell’uomo la volontà di agire e di modificare abitudini e stili di vita duraturi e spesso insostenibili

«Parchi vivi». Questo è il nome dell’iniziativa presentata oggi a Roma, durante la 43° settimana della Vita Collettiva (Sevicol) dall’Accademia Kronos. Il progetto, alla sua seconda edizione, è stato l’argomento centrale del 5° Convegno sull’Educazione Ambientale e le Aree Protette ed ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di studenti.
Il significato di una scelta siffatta deve essere ricercato nel fatto che per imprimere una radicale trasformazione nei nostri stili di vita e negli impatti sull’ambiente è ineluttabile risvegliare la consapevolezza e la responsabilità di ognuno di noi nei confronti del nostro Pianeta. È chiaro che questo processo