Un caffè della Nestlé è «equo e solidale»

84

Il Direttivo dell’Agices: «Una decisione estremamente avventata e miope, che mina alla base lo stesso concetto di Commercio Equo e Solidale, che impone una mutazione genetica ad un’esperienza non solo di solidarietà, ma anche economica che vede la partecipazione di organizzazioni, associazioni e cooperative di ogni parte del pianeta che si riconoscono in criteri e standard definiti»

Una linea di caffè commercializzato dalla multinazionale Nestlé ha ottenuto il marchio Fair Trade (Commercio Equo e Solidale) da Fair Trade Foundation, l’organizzazione di certificazione del Fair Trade inglese.
«Una decisione estremamente avventata e miope, che mina alla base lo stesso concetto di Commercio Equo e Solidale, che impone una mutazione genetica ad un’esperienza non solo di solidarietà, ma anche economica che vede la partecipazione di organizzazioni, associazioni e cooperative di ogni parte del pianeta che si riconoscono in criteri e standard definiti», ha dichiarato in un comunicato del Direttivo l’Associazione Agices, Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e