Lasciamo in pace l’orsa del Bondone

439

Una presenza che va rispettata e protetta. L’accanimento e la curiosità possono causare reazioni normali che però provocherebbero fuorvianti allarmi

I recenti avvistamenti di un’orsa con i piccoli nella zona del Monte Bondone, in provincia di Trento, sono qualificanti per il territorio, in funzione del previsto Parco del Bondone, ma non possono destare che destare anche preoccupazione per l’«accanimento» che alcuni turisti o cittadini in cerca di emozione, stanno manifestando in questo scorcio di stagione anomala.

Sergio Merz, Tecnico faunistico e Delegato Regionale della Lipu, sottolinea che «purtroppo, a causa delle condizioni climatiche non in sintonia con la stagione invernale, gli orsi non sono ancora andati in letargo e pertanto si trovano a vagare per i boschi lasciando tracce