Torrenti Jesce e Gavina in un avanzato stato di degrado

137

Se n’è discusso con le istituzioni locali, lucane e pugliesi, esaminando le cause ed evidenziando i necessari controlli sulla qualità delle acque e controlli amministrativi sugli scarichi e con la realizzazione di una mappa di tutte le potenziali fonti di inquinamento

Oggi, presso la sede materna della regione Basilicata si sono incontrati l’assessore regionale all’Ambiente, Vincenzo Santochirico, il sindaco di Matera, Emilio Nicola Buccico, il direttore generale di Acquedotto lucano, Gerardo Marotta, e quello dell’Autorità d’ambito territoriale ottimale, Mario Fanelli, il presidente dell’ente parco della Murgia, Roberto Cifarelli, il dirigente dell’Arpa Basilicata, Nicola Vignola per discutere dell’avanzato stato di degrado dei due torrenti Jesce e Gravina.
Nel corso dell’incontro sono state esaminate:
– le cause di inquinamento nel bacino dello Jesce e del Gravina, che ricade in parte nei Comuni pugliesi di Altamura e Gravina e in