Una full immersion nel mondo della ricerca «giovane»

241

Una settimana dedicata alla presentazione dei lavori di ricerca dei giovani ricercatori

Da lunedì e fino a venerdì 20 si terrà a Bergamo la X Convention dell’Arg (Ambiente ricerca giovani) « La ricerca per il futuro, un futuro per la ricerca», rivolto a tutti i ricercatori ambientali provenienti da tutta Italia e non solo. È un evento itinerante che si svolge tutti gli anni in varie città italiane.

La Convention di quest’anno prosegue il percorso iniziato e costruito negli anni passati, per continuare ad affrontare temi importanti per la formazione e la crescita di giovani ricercatori che si occupano di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali.

Essa si propone di unire conoscenza ed esperienza a livello nazionale dal mondo accademico, istituzionale e imprenditoriale, affiancando al contributo attivo dei giovani ricercatori che vi partecipano, quello di relatori con competenze specifiche sui diversi argomenti.

Quest evento forse è unico a livello nazionale, in quanto si caratterizza, oltre che per le presentazioni scientifiche che i partecipanti decidono di esporre, anche per importanti momenti di discussione metodologica sui temi che legano il mondo della ricerca con l’esterno.

Anche questo anno l’attenzione sarà rivolta necessariamente all’importanza dell’interdisciplinarità, ricerca ed innovazione nel campo delle scienze applicate all’ambiente e ai beni culturali. E seguendo lo spirito e l’organizzazione degli altri anni, la Convention si pone come una opportunità di scambio di competenze ed esperienze sull’argomento e per creare reti di collaborazione.

Nella Convention verranno affrontati gli aspetti tecnici e scientifici alla base della ricerca ambientale, insieme ad altri temi quali: Beni culturali, Energia, Qualità dell’aria, Comunicazione ambientale, Mercato sostenibile.

Sono state organizzate anche tavole rotonde per approfondire alcuni temi di attualità, quali:

– Scienza e Etica

Organizzata in collaborazione con Cerco (Centro ricerca antropologia ed epistemologia della complessità e Scuola di Dottorato in Antropologia ed Epistemologia della Complessità) dell’Università di Bergamo.

Ci sarà il direttore del centro di ricerca «Cerco» Enrico Giannetto; Luigi Cerreti, dell’Università di Torino, anche autore di «Bella e potente», la prima storia della chimica nel Novecento apparsa nella letteratura internazionale.

– Qualità dell’aria:Verso i nuovi standard

Sarà presente: Emile De Saeger dell’Unità Trasporti e Qualità dell’Ariadel Centro Comune di Ricerca di Ispra (Istituto per l’Ambiente e la sostenibilità) della Commissione europea; Roberta Vecchi Ricercatrice di Fisica dell’Ambiente presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Milano, coordinatrice del working group PMx presso la European aerosol society; Guido Lanzani/Angelo Giudici Dirigente del settore aria – Arpa Lombardia; Massimo Bandera assessore all’Ecologia del Comune di Bergamo. L’invito alla partecipazione è stato esteso a tutti gli amministratori della provincia di Bergamo.

– Reach: Legislazione ,Formazione, Opportunità

Ci sarà il Prof. Luigi Campanella, presidente della Società chimica italiana. E ci saranno con i loro interventi:

  • Laura Romano (Ufficio sicurezza prodotti, Direzione centrale tecnico scientifica di Federchimica), con l’applicazione del Reach in Italia;

  • Emanuele Magi (Università degli studi di Genova) con il ruolo della formazione nel Reach;

  • Sergio Fasan (Chelab) con l’esperienza di un laboratorio accreditato Reach;

  • Antonio Mazzone (Lenviros- Università degli Studi di Bari)con l’esperienza dello spin off Lenviros;

  • Domenico Cavallo (Melete – Università degli Studi dell’Insubria) con l’esperienza dello spin off Melete.

(Fonte Arg)