Meteorologia – Svolta dei Paesi africani

235

Secondo la «Dichiarazione ministeriale», i 30 Paesi africani partecipanti e firmatari si adopereranno per rafforzare i rispettivi Servizi meteorologici e idrologici nazionali e migliorare la reciproca cooperazione

Al termine della prima Conferenza dei ministri dei Paesi africani responsabili per la meteorologia, organizzata a Nairobi dall’Organizzazione meteorologica mondiale (World Meteorological Organisation, Wmo) e dalla Commissione dell’Unione africana (African Union Commission), è stata adottata una dichiarazione definita «storica» quale risposta ai rischi e alle minacce crescenti poste allo sviluppo del continente dai cambiamenti e dalla variabilità climatici.

Secondo la «Dichiarazione ministeriale di Nairobi», i 30 Paesi africani partecipanti e firmatari si adopereranno per rafforzare i rispettivi Servizi meteorologici e idrologici nazionali e migliorare la reciproca cooperazione. Lo sviluppo economico e sociale in settori critici quali: l’agricoltura, la gestione delle risorse naturali, la sicurezza alimentare, i trasporti, la salute, l’energia e la riduzione del rischio di disastri naturali, infatti, beneficeranno notevolmente dal miglioramento dei prodotti e degli strumenti meteorologici e climatici.

La conferenza ha, inoltre, istituito un nuovo meccanismo di alto livello: la «Conferenza ministeriale africana sulla meteorologia (African Ministerial Conference on Meteorology, Amcomet) che, incontrandosi con cadenza biennale, si occuperà dello sviluppo di questi servizi e delle loro applicazioni nel continente.

– Dichiarazione Ministeriale: Wmo «Ministerial declaration conference of ministers responsible for meteorology in Africa»

– Wmo «The First Conference of Ministers Responsible for Meteorology in Africa adopts the Nairobi Declaration»

(Fonte Ipcc Focal Point Italia)