In Basilicata quattro eventi sul cambiamento climatico

290

È il frutto della collaborazione internazionale fra la Regione e l’Università Arti Londra. Il cambiamento climatico rientra tra i temi strategici individuati dall’Unione europea in vista del 2020

Regione Basilicata e Università delle Arti di Londra (Artakt – Central Saint Martins College of Art and Design) hanno sottoscritto un’intesa per la realizzazione di un progetto innovativo dal titolo «Weather or Not», che consiste in una serie di eventi interattivi che hanno come soggetto il cambiamento climatico ed il nostro legame con la Terra e l’ambiente.

Il cambiamento climatico rientra tra i temi strategici individuati dall’Unione europea in vista del 2020; per questo si è scelto di sviluppare, di comune accordo con la prestigiosa istituzione britannica, un progetto culturale che sarà strettamente legato alle attività già messe in atto dalla Regione Basilicata nel campo dell’innovazione e dell’utilizzo delle risorse ambientali e paesaggistiche per lo sviluppo territoriale quali ArtePollino e Visioni Urbane.

In particolare, l’idea progettuale che dovrà ora essere meglio approfondita, è quella di realizzare in Basilicata quattro eventi dedicati ai quattro elementi, ossia terra, aria, acqua e fuoco a metà tra spettacolo e approfondimento scientifico. Il costo previsto dall’intesa e posto a carico della Regione è di 12mila euro.

Artak ha una importante esperienza nella strutturazione di progetti culturali innovativi che hanno permesso la costituzione di team di lavoro altamente specializzati diretti dalla prof. Marina Wallace e costituiti da giovani ricercatori che operano a confine tra cultura umanistica e cultura scientifica. In questo modo sono stati realizzati negli anni importanti eventi culturali internazionali prevalentemente autofinanziati quali le mostre «Spectacular Bodies» nel 2001, «George Mendel: the Genius of genetics» a Brno nel 2002-2003, «Leonardo da Vinci Experience, Experiment and Design» presso il Victoria and Albert Museum di Londra nel 2006-2007, «Seduced: Art and sex from antiquity to Now» nel 2008, Crossing over: Exchanges in Art and Biotechnologies presso la Royal Institution of Great Britain nel 2009 (www.artakt.co.uk).

Artakt e la Regione intendono verificare la possibilità di replicare questo modello in Basilicata attraverso il progetto «Weather or not» applicando gli standard qualitativi e le metodologie dell’Università britannica e per questo discuteranno dell’avanzamento dell’iniziativa periodicamente sulla base del contratto sottoscritto verificando la possibilità di offrire l’opportunità a giovani ricercatori lucani di lavorare, attraverso stage formativi, su questo progetto con Artakt, a Londra.

Con questo progetto si intende inoltre consolidare e sviluppare il legame tra le iniziative regionali attivate nell’ambito del Patto con i Giovani ed il contesto europeo al fine di rafforzare la rete internazionale di relazioni di quanti operano in Basilicata con centri di produzione di innovazione culturale riconosciuti a livello mondiale che negli ultimi anni ha consentito di rendere sempre più visibile ed attraente il territorio lucano per il pubblico e gli specialisti dell’arte e della cultura contemporanee.

(Fonte Regione Basilicata)