Rifiuti e riciclo – Il Lazio entra nel vivo

65

Prosegue l’impegno verso una gestione virtuosa dei rifiuti attraverso nuove iniziative. Lo scopo è promuovere una politica ambientale fondata sul principio cardine dello sviluppo sostenibile, in linea con gli standard europei

Il progetto Mo.Re & Mo.Re, coordinato dalla Regione Lazio e cofinanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma Life +, ha raggiunto un obbiettivo fondamentale: il 24 Gennaio 2012 si è concluso, presso la Villa Bernabei di Velletri, il ciclo delle otto tavole rotonde dedicate all’analisi, al confronto e alle proposte per un nuovo modello di gestione dei rifiuti.

Da ogni incontro, a cui hanno partecipato tutti gli attori interessati, le aziende delle aree di riferimento, le associazioni di categoria, i tecnici della Regione Lazio e gli Enti Locali, sono emerse proposte concrete e soluzioni condivise per superare le problematiche di ciascuna filiera, identificata per tipologia di rifiuti prodotti dalle aziende industriali e agricole operanti nelle zone scelte per la sperimentazione: i Castelli Romani e la Provincia di Rieti. L’ultima tavola rotonda «La Filiera del legno» ha evidenziato come dagli scarti di questo materiale potrebbe essere rafforzata una nuova imprenditoria nel campo dei prodotti ecologici, nel settore delle risorse energetiche e nella produzione di compost. Dai resoconti dettagliati e dagli atti ufficiali di ciascuna riunione, visionabili sul sito del progetto: http://www.life-moreandmore.eu si possono desumere nuove proposte di intervento sul piano amministrativo e sul piano legislativo-regionale, per rendere effettivo e duraturo il programma di riciclo e di riutilizzo dei nostri «nobili scarti».

Iniziato il 2 Gennaio 2010, il progetto More Reusing and More Recycling (Mo.Re. & Mo.Re.) si è avvalso della collaborazione della Regione Lazio, della Provincia di Rieti, del Dipartimento di Meccanica e Aeronautica dell’Università «La Sapienza» di Roma, della Nova Consulting S.r.l e della SDIe allo scopo di promuovere una politica ambientale fondata sul principio cardine dello sviluppo sostenibile, in linea con gli standard europei. Come ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio Marco Mattei durante la prima conferenza del progetto, il 20 giugno 2011: «More & More ha una sua peculiarità rispetto alle metodiche tradizionali. Ciò che per un soggetto o un’azienda è rifiuto può diventare materia prima seconda per un’altra azienda. Questo non solo consente una riduzione volumetrica dello scarto, come peraltro avviene con una differenziata adeguata, ma in questo caso ci troviamo di fronte ad un ciclo produttivo continuo».

Al fine di facilitare lo scambio tra domanda e offerta di rifiuti è stata ideata una piattaforma telematica di contrattazione delle materie prime seconde, la Borsa on line, che consente agli operatori economici di agire all’interno di un mercato trasparente e dinamico.

L’elemento di assoluta novità emerso durante i lavori delle tavole rotonde sulle Filiere degli scarti della Plastica, del Vetro, della Carta, degli Pneumatici fuori uso, degli Inerti, della produzione Vitivinicola, Olivoleica e del Legno, è stato il coinvolgimento appassionato e propositivo di tutte le parti in gioco: le imprese, le associazioni di categoria, gli Enti Locali e i tecnici della Regione Lazio, uniti dalla determinazione e dalla fiducia nelle finalità ultime del progetto More&More.

Per diffondere i risultati dell’analisi condotta sulle filiere dei rifiuti e sugli eco-distretti e per fornire assistenza alle parti attive coinvolte o interessate al progetto, vengono messi a disposizione del pubblico due sportelli informativi, uno nella Provincia di Rieti e uno nella zona dei Castelli Romani.

Al medesimo scopo il progetto Mo.Re & Mo.Re ha organizzato una serie di iniziative, da Marzo a Giugno 2012, di carattere divulgativo orientate al coinvolgimento di tutti gli attori per conoscere lo stato di avanzamento del progetto, i risultati raggiunti e quelli ancora da raggiungere, per avanzare proposte concrete, utili a rafforzare il riuso e il riciclo dei rifiuti.

Gli appuntamenti

Il progetto More Reusing and More Recycling prevede nel mese di Marzo 2012 la pubblicazione delle linee guida per gli Enti Locali volte a facilitare e promuovere i processi di raccolta e riutilizzo dei rifiuti attraverso i seguenti percorsi:

  • azioni di raccordo con i consorzi di recupero che possono fungere da clienti o fornitori per eventuali aziende insediabili in loco;

  • delibere comunali e provinciali per agevolare il reimpiego di rifiuti;

  • procedure amministrative innovative nel settore della gestione dei rifiuti e negli altri settori interconnessi.

I percorsi saranno costituiti da strumenti pratici (format di delibere, format di procedure e format di accordi) che supporteranno operativamente gli enti locali. Le linee guida saranno diffuse tramite il sito del progetto in forma cartacea e in CD Rom durante gli eventi, attraverso i workshop e attraverso i due sportelli a disposizione del pubblico.

Nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio 2012 verranno organizzati 3 workshop per gli enti locali.

Ad aprile 2012 verranno pubblicati i pacchetti localizzativi per le imprese.

Nel Maggio 2012 si terrà la seconda conferenza di progetto.

Nel mese di Giugno 2012 la conferenza a Bruxelles concluderà i lavori del progetto.

(Fonte Centro Studi Cappella Orsini)