Scopri e fotografa i geositi delle regioni italiane

782
concorso fotografio geo

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2022 compilando on-line la scheda autore sul sito web

«Datevi da fare che ci sono da fotografare tanti geositi italiani»… Si avvia così il videomessaggio di Mario Tozzi, esperto divulgatore scientifico, agli studenti con l’invito a partecipare al Concorso fotografico organizzato dalla Società italiana di geologia ambientale (Sigea) – Aps e dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) «Scopri e fotografa i geositi delle regioni italiane».

Il videomessaggio prosegue spiegando cosa siano i geositi, luoghi piuttosto particolari presenti in tutte le regioni italiane le cui caratteristiche del territorio, le rocce, i fossili, il paesaggio hanno qualcosa di unico. «Dobbiamo darci da fare per fotografarli nella maniera migliore possibile perché documentarli è già un primo passo per proteggerli e proteggerli significa proteggere la nostra memoria. I geositi sono la memoria della terra e noi dobbiamo conservarla e attraverso le foto possiamo farlo molto meglio», prosegue Tozzi.

Noi di «Villaggio Globale» abbiamo già parlato del Concorso fotografico all’indomani della sua presentazione avvenuta in Senato con l’intervento di Ruggiero Quarto, Senatore della Repubblica.

Ricordiamo che la partecipazione al Concorso è gratuita. Possono partecipare tutti gli studenti delle scuole medie superiori italiane, statali e parificate, che sono interessati a condividere le emozioni provate davanti ai paesaggi geologici e alla geodiversità delle regioni italiane. Riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante viaggi o passeggiate con amici o parenti, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro e irripetibile di forme e ombre che solo la natura riesce a creare e donarci.

Sul sito della Sigea è possibile visionare locandina  e regolamento.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2022 compilando on-line la scheda autore sul sito web.

Chi fosse curioso di scoprire quali sono i geositi della propria regione, può consultare l’Inventario nazionale dei geositi dell’Ispra.

Perché come dice Tozzi «tutti quanti abbiamo la capacità di trovare e documentare la presenza di geositi nella nostra regione e dovunque ci muoviamo in giro per il nostro Paese. E allora coraggio forza a fotografare, dai!».

 

Elsa Sciancalepore