Coldiretti e Italia Nostra: stop all’eolico nel Brindisino

185

Sollecitano «la necessità di programmare tavoli di concertazione, previsti obbligatoriamente dal Pear al fine di analizzare preventivamente le diverse situazioni e definire i singoli programmi comunali»

La Coldiretti e Italia Nostra di Brindisi sollecitano «la necessità di programmare tavoli di concertazione, previsti obbligatoriamente dal Pear al fine di analizzare preventivamente le diverse situazioni e definire i singoli programmi comunali» per quanto riguarda gli impianti eolici.
Le associazioni, in una lettera inviata ai sindaci del Brindisino, alle autorità provinciali e regionali, fanno notare che «l’energia prodotta in Puglia copre il 20% del fabbisogno nazionale, ed è di gran lunga superiore ai consumi regionali. Tale produzione si realizza soprattutto nel territorio brindisino usando come combustibile principale il carbone, la cui convenienza economica è pari ai danni