Una nuova primavera per la scienza con fusione fredda e memoria dell’acqua

322

Perno di tutto la consueta riunione di Coherence dedicata ai primi 15 anni di Biometeorologia con una giornata densa, durante la quale si affronteranno temi dagli studi classici sulle meteoropatie i suoi meccanismi e la loro terapia, alla farmacoelettrodinamica

Iniziata all’alba della Primavera 2012 (anno temuto per altre ragioni…) con la conferenza al Cern di Ginevra sulla Fusione fredda di Fancesco Celani e Yogendra Srivastava, si replica a sorpresa a Roma1 al Dipartimento di Fisica il 26 aprile mentre il 27 aprile all’aula magna di Tor Vergato del Cnr, si tiene la consueta riunione di Coherence dedicata ai primi 15 anni di Biometeorologia con una giornata densa, durante la quale si affronteranno temi dagli studi classici sulle meteoropatie i suoi meccanismi e la loro terapia, alla farmacoelettrodinamica, dalla Memoria dell’acqua alla fusione fredda. Una giornata che come detto sarà anticipata di fatto a Roma 1 il 26 e all’Infn di Frascati il 23 aprile dove si parlerà di trasmutazioni e biorimediazione per le scorie nucleari. Un Convegno Internazionale di carattere interdisciplinare sui metodi innovativi per il trattamento delle scorie radioattive e nucleari, in cui si trattano argomenti potenzialmente rilevanti per il futuro dell’ambiente e della salute. Di fusione fredda si è parlato anche a Pontignano nella 5 giorni della Società Internazionale di cui Francesco Celani ci ha segnalato gli interventi principali.

Non solo Fusione Fredda ovviamente a Coherence e dintorni.
Il 3 maggio su iniziativa dei circoli dell’ambiente viene presentato uno libro molto attuale sulla annosa contesa tra Scienza e Fede scritto da un ingegnere sicuramente di grande valore come Mauro Botarelli e a quanto pare anche di grande Fede, che tra una tecnologia per la salute di grande complessità, un’ipotesi teorica e la fede cerca di trovare una sintesi che propone nel suo libro.

Non avendo il dono della Fede, partecipo anche io al dibattito con l’immodestia modesta di chi non sa e cerca di sapere, vivendo senza la Luce della Fede.
Ma la primavera continua a Kiev con la 4 giorni dell’Istituto di Fisiologia dell’Accademia delle scienze ucraina sulla Biofisica e le sue applicazioni nella diagnostica e terapia.

La Primavera di fatto continua nella Venezia del Nord con una 5 giorni dal 2 al 6 luglio sulla non linearità degli effetti dei campi deboli e superdeboli tra cui il potenziale vettore che è stato al centro del dibattito e del conflitto scientifico in questi anni.

Qualcosa si muove sotto il Cielo avrebbe detto qualcuno e anche nell’etere con la nuova TV internazionale in 12 lingue diretta da Gabriele Ratini e Raffaella Rosa, che sarà lanciata a Coherence2012.